Proponente: DAVIDE CORRADI
Breve descrizione: Si presenta un progetto già in fase di attuazione in altri Comuni lombardi consistente nel dare al privato la possibilità di coadiuvare le Forze di Polizia nel contrasto al crimine ottenendo un effetto preventivo prima ancora che consuntivo rispetto alla commissione di furti, rapine, atti vandalici, aggressioni ecc. Nella sostanza si tratta di impiegare speciali telecamere di videosorveglianza che, per loro natura, possono inquadrare l’intero territorio prospiciente l’immobile dove vengono installate, e non solo ingressi e recinzioni come oggi accade, permettendo la visione di ciò che sta accadendo e, successivamente, di quanto hanno registrato solo alle Forze dell’Ordine per 7 giorni invece delle normali 24 ore imposte dalla Norma generando così una Rete di sicurezza inviolabile.
Descrizione dettagliata del progetto : Potere fornire alle Forze di Polizia informazioni dettagliate rispetto ad un episodio accaduto di fronte a casa propria o al proprio negozio o condominio risulta vitale per una celere conclusione di un'indagine e con il relativo arresto del malvivente. Il limite di fronte al quale oggi si ferma la possibile disposizione massiva di telecamere da parte della Polizia Municipale è quello degli elevati costi che questo comporta oltre che alla difficile gestione di un così importante volume di dati in Caserma. Con l'adozione della tecnologia individuata per questo progetto diventa possibile per il Cittadino che desideri proteggersi da furti e aggressioni dotarsi di speciali telecamere cifrate e di un piccolo server atto a custodirne le registrazioni al quale solo gli Agenti di Polizia possono accedere. Questa modalità operativa, espressamente approvata dal Garante per la Protezione dei Dati Personali, permette di superare l’ostacolo di non potere oggi, per il privato, inquadrare il territorio pubblico di fronte alla propria abitazione oltre che non potere conservare le registrazioni acquisite per più di 24 ore. Altro importante effetto è quello di superare un altro ostacolo che la Normativa Privacy presenta, ovvero il consigliare ai Comandi di Polizia Municipale di non eccedere nel numero di telecamere disposte sul territorio, cosa che si regolamenta automaticamente dato l’elevato costo che un eccessivo dispiegamento di tecnologia comporta. Una volta varato il progetto e realizzati i primi impianti con il contributo del Bilancio Partecipativo, altre telecamere potranno essere acquistate dai singoli negozi, condomini e abitazioni private generando una Rete di videosorveglianza del tutto etica in quanto i singoli cittadini saranno messi nella condizione di proteggersi senza potere fare un uso illecito del sistema (non esiste la possibilità per chi si dota del sistema di visionare immagini o registrazioni violando in tale modo la riservatezza altrui). Nel caso però in cui avvenga un furto, una rapina, un danneggiamento o un episodio di pirateria stradale non solo le Forze di Polizia disporranno di immagini puntuali dell’accaduto ma risalendo di impianto in impianto potranno identificare dove l’artefice del misfatto è andato a nascondersi e da dove provenga. Questo renderà vano ogni tentativo di camuffamento attuato prima di compiere i gesto. Le registrazioni risiederanno laddove sono installate le telecamere per un periodo di 7 giorni a favore di eventuali indagini ma il Comando di Polizia potrà interrogare in modalità "Live" da remoto ogni singola telecamera presente sul territorio per verificare la puntualità di eventuali segnalazioni ed eventualmente provvedere con l’invio di una pattuglia. A regime basterà che anche solo un negozio, abitazione o condominio per ogni strada di Desio si doti del sistema perché la nostra Città diventi un obbiettivo inviolabile rispetto a fenomeni di micro e macro criminalità. La riservatezza dei Cittadini è garantita dal fatto che le immagini, essendo crittografate, non sono visionabili né in diretta e né a posteriori da chi detiene l'impianto e neppure possono essere intercettate da terzi generando così un circuito virtuoso e lontano da generare fenomeni del tipo del Grande Fratello Il costo di ciascun impianto base costituito da 2 telecamere ed 1 server è di € 2.500 + iva comprensivo di installazione e di 3 anni di garanzia e manutenzione. Con il contributo derivante dal Bilancio Partecipativo si potranno installare così i primi impianti scegliendo le aree di Desio più strategiche con lo scopo che il successo di questo primo step inviti altri Cittadini e Negozianti a partecipare alla diffusione della tecnologia su tutto il territorio comunale moltiplicandone gli effetti.
Stima approssimativa dei costi (€): 30000
Torna all'inizio