Proponente: ADELIO BRILLO
Breve descrizione: L'idea prende spunto da alcune "buone pratiche" realizzate in alcune citta' italiane, ( ad . es. Pesaro e Bolzano) , e a cui altre ( Treviglio e Rovigo) si stanno ispirando ed indirizzando per la concretezza e fattibilita', a tappe come appunto in una "gara ciclistica". La rappresentazione piu' immediata e' quella di immaginare una "metropolitana di superficie" , dove le rotaie sono "i percorsi ciclabili e i vagoni le bici" . Lo schema utilizzato e' quello tipico delle subway, con le linee (gialla, rossa, verde, arancione) che collegano diverse zone della citta' ad uso e consumo dei cittadini che potranno essere individuate in riferimento all'interesse pubblico , come scuole , uffici , ambulatori , Stazione ferroviaria , edifici religiosi e culturali, collegamenti tra quartieri e centro Citta' oppure verso collegamenti di interesse anche extraurbano come ad. es. il parco del Grugnotorto, il percorso ciclabile lungo il canale Villoresi , il parco di Monza , il parco della valle del Lambro , ecc.
Descrizione dettagliata del progetto : Partendo dalle principali esigenze di mobilita' dei cittadini Desiani occorrera' iniziare ad individuare un primo "tratto" ( ad es. linea 1 o rossa o indicando il primo tracciato con un nome facilmente riconoscibile), che dovra' prevedere la messa in sicurezza anche con interventi di percorsi ciclabili semplicemente tracciati sulle strade gia' esistenti ( vedi ad es. il recente intervento di alcuni cittadini milanesi che spontaneamente con pennello e vernice nottetempo hanno tracciato una semplice linea bianca per mettere in sicurezza i ciclisti milanesi che dovevano passare sul "cavalcavia Bussa" realizzando un breve tratto a completamento della pista ciclabile che si interrompeva prima dello stesso cavalcavia). Ovviamente questo tipologia di interventi dovranno essere preventivamente autorizzati, se realizzabili. I principali itinerari realizzabili o la principale linea da individuare potrebbe riguardare il collegamento tra nord e sud citta' oppure est - ovest. Questa idea dovra' essere introdotta ed accompagnata anche con una diversa "narrazione" che consenta al cittadino Desiano di approcciarsi ad una possibilita' di sostituire piacevolmente la bicicletta con i mezzi motorizzati, attraverso materiale informativo e/o momenti pubblici o attraverso informazioni che potranno essere diffuse in collaborazione con le scuole. Oltre eventuali possibili brevi tracciati da predisporre sulle strade, la prima Linea della Bicipolitana dovra' essere caratterizzata soprattutto da cartellonistica che possa contenere le indicazioni dei luoghi di pubblico interesse sopra citati con il tempo di percorrenza e la distanza dal punto in cui ci si trova al punto di destinazione di interesse. Associata alla cartellonistica, occorrera' individuare nei punti di sosta delle biciclette anche idonee ed ergonomiche "rastrelliere portabici2 su modelli "europei", totalmente diverse dalle esistenti nel territorio desiano dove il cittadino potra' collocare il proprio "velocipede". Ciò che sara' auspicale e che , se realizzato il primo pezzettino della Linea 1 , la citta' , l'amministrazione possa far proprio il progetto in un crescendo che consentira' anno dopo anno un possibile miglioramento della qualita' della vita di tutti i cittadini. Dopo 10 dal'avvio del progetto e la realizzazione della prima Linea della Bicipolitana , Pesaro puo' contare attualmente su 14 linee e 70 KM di itinerari ciclabili integrati. I previsione e' quella di arrivare a 100 km entro il 2019. "La bicicletta richiede poco spazio. Se ne possono parcheggiare diciotto al posto di un'auto, se ne possono spostare trenta nello spazio divorato da una sola vettura. Per portare quarantamila persone al di la' di un ponte in un'ora ci vogliono dodici corsie se si ricorre alle automobili e solo due se le quarantamila persone vanno pedalando in bicicletta.... IVAN ILLICH Muoviamoci, ma facciamolo con lentezza, modificando lentamente nostre abitudini e facciamolo ecologicamente!
Stima approssimativa dei costi (€): 30000
Torna all'inizio